Tagli alla sanità, tagli a scuola ed istruzione, tagli alla cultura. Questa la situazione generale che, cinque anni or sono, si respirava nel nostro paese. Nonostante lungo il nostro stivale, a cominciare dalla Città Eterna, non siano mai mancati eventi culturali, anche di particolare importanza, causa di forza maggiore ha spinto diverse amministrazioni locali ha rinunciare a quella manifestazione. “Niente sprechi e rigore prima di tutto”. Il tutto a danno di patrimonio e servizi, con la complicità di burocrazia asfissiante ed impossibile, corruzione e illegalità all’ennesima potenza che hanno dato il loro colpo di grazia. Una condizione di affanno, uno stato di sofferenza che ha penalizzato e non poco gli investitori che, per diverso tempo, hanno voltato le spalle facendo al mondo culturale. L’Associazione Civita da trent’anni promuove la cultura in tutte le sue forme. Studio, ricerca, organizzazione di eventi: far conoscere, promuovere e, dove serve, valorizzare. Arte, arti visive, beni culturali, artigianato, design e moda. Centinaia di imprese iscritte, una vasta adesione di soci appartenenti al mondo culturale ed imprenditoriale, nostrano ed internazionale. Favorire l’incontro e il rapporto fra pubblico e privato, promuovere il “Made in Italy” oltre i nostri confini, la creatività in tutte le sue forme e il suo “Know how”, ma soprattutto, fare della cultura la vera sfera d’investimento, sperando così di ridare crescita, sviluppo, occupazione ad un paese, il nostro, al momento ancora sospeso fra l’incubo del baratro e la via della resurrezione. Dove c’è cultura, si rafforza anche il turismo. Roma, Napoli, Firenze, Milano, Venezia e tanti piccoli, storici paesi nostrani che hanno molto da raccontare. I Sassi di Matera, un tempo città etichettata come la “Vergogna nazionale”, sassi diventati nel 1993 patrimonio UNESCO, fra tre anni Capitale Europea della Cultura. La riscoperta e valorizzazione di un lungo tragitto, ricco di storia e antiche tradizioni; la Via Francigena. Città, antichi borghi, luoghi nascosti e dalle particolari origini, pronti a dimostrare che dove c’è cultura, si rafforza e si tende la mano anche al turismo.

Tagli alla sanità, tagli a scuola ed istruzione, tagli alla cultura. Questa  la situazione generale che, cinque anni or sono, si respirava nel  nostro paese
Tagli alla sanità, tagli a scuola ed istruzione, tagli alla cultura. Questa la situazione generale che, cinque anni or sono, si respirava nel nostro paese

“Investire in cultura”, il grido di Civita

Qual è la situazione attuale che vive e respira l’intero panorama imprenditoriale italiano? Quanto la cultura può giocare un ruolo importante, aiutando la stessa imprenditoria verso un percorso di maggiore crescita e stabilità? Cultura, economia ed impresa viaggiano a braccetto? Di questo si è discusso ieri mattina a Roma, nella conosciuta Sala Pietro da Cortona, nel magnifico scenario di Palazzo Barberini, durante il consueto appuntamento dell’Assemblea annuale dei Soci. Alla presenza del Presidente di Civita, Gianni Letta, del Vice-Presidente Vicario, Nicola Maccanico, del Segretario Generale, Albino Ruberti e del “numero uno” di Confindustria, il Presidente Vincenzo Boccia, interpellato dal microfono della giornalista RAI, “anchorwoman” del TG2, Maria Concetta Mattei. Nel corso della mattinata, caloroso benvenuto al Prof. Avvocato Emmanuele Francesco Maria Emanuele, Presidente della Fondazione Terzo Pilastro- Italia e Mediterraneo, eletto nuovo Vice-Presidente Internazionale di Civita con l’espresso di incarico di occuparsi della relazioni internazionali della stessa Associazione e delle sue attività di studio e ricerca.

Investire in cultura“: il grido di Civita. Cultura, economia, imprenditoria, turismo: “non un semplice quartetto da “cabaret” ed avanspettacolo”. Quattro pilastri vitali in grado di salvare e accrescere il nostro patrimonio. A tutti gli uomini, con la diligenza del buon padre di famiglia, l’arduo compito di saper ben investire e produrre benevoli frutti.

Di Marco Chinicò

Marco Chinicò, 42 anni, giornalista pubblicista, fotogiornalista e videoproducer. Fondatore e responsabile della testata d'informazione giornalistica, CHINICS NEWS. Nata nel 2011, online fino al 03 luglio 2019. Oggi è CHINICS NEWS MAGAZINE